Migliorare la logistica di magazzino con la tecnologia RFId - NEWS - GBC Technology Service

Vai ai contenuti

Menu principale:

Migliorare la logistica di magazzino con la tecnologia RFId

Pubblicato da in News ·
Tags: LogisticaRFId

Nel mercato attuale l’esigenza di fornire prodotti di buona qualità a un prezzo vantaggioso e in tempi brevi è sempre più importante. Per questa ragione molte imprese hanno puntato all’eliminazione degli sprechi e alla diminuzione dei processi manuali, in primis attraverso un processo di analisi delle criticità tecnicamente detto analisi BPA (Business Process Analysis), in modo da:

  • Classificare le operazioni e i movimenti svolti all’interno del sito produttivo.
  • Individuare le criticità e gli spazi per il miglioramento.

In aziende dotate di grandi magazzini e molti prodotti, uno dei problemi più spesso rilevati è la tempistica nella rintracciabilità dei materiali a fronte di specifiche necessità. Questo accade perché non sono di norma attuate operazioni d’identificazione dei materiali e tracciamento delle movimentazioni che essi subiscono.
Una delle soluzioni tecnologiche sviluppate per affrontare questa problematica utilizza la tecnologia RFId, che automatizzando i processi di comunicazione tra il software gestionale e i materiali stessi, permette di mantenere un flusso costante di informazioni aggiornate.
Si definisce l’RFId (Radio-Frequency IDentification) come:

“una tecnologia per l’identificazione automatica di oggetti, animali o persone, basata sulla capacità di particolari etichette elettroniche (chiamate tag o transponder) di memorizzare dati e rispondere all’interrogazione a distanza da parte di appositi apparati fissi o portatili, chiamati reader (o anche interrogator)”



Il sistema che supporta questa tecnologia utilizza tre componenti principali:

  • Il tag identificativo, sotto forma di piccola etichetta da “attaccare” all’oggetto interessato.
  • Il reader, sotto forma di antenna o lettore portatile, per identificare gli oggetti.
  • Il server che gestisce lo scambio d’informazioni tra i due sopra.

Questo tipo di tecnologia permette un approccio intelligente e completo alle logiche di magazzino tracciando in automatico le movimentazioni tramite l’installazione di reader fissi nei punti nevralgici, oppure accedendo alle informazioni dettagliate di un materiale (come numero identificativo, numero di colli, data di produzione, etc.) attraverso l’interrogazione di un database sempre aggiornato.

Esistono anche altri tipi di tag detti “attivi” e “semi-passivi”, dotati di batteria al loro interno, che permettono un tracciamento più preciso e una maggiore distanza di ricezione, a scapito ovviamente di un prezzo più elevato.
Oltre che essere in molti casi riscrivibili e riutilizzabili, i tag sono anche caratterizzati da una grande flessibilità strutturale che permette di costruirne tipologie idrorepellenti, resistenti al calore e stampabili su carta.

Ma quali sono i costi? I tag passivi costano intorno ai 10 centesimi di euro per unità, mentre i reader una somma variabile tra i 100€ e i 3.000€ , a seconda delle esigenze. Per un’azienda di medie dimensioni questo si traduce in un esborso stimato (per una soluzione RFId completa) di 40.000€, a cui sono ovviamente da aggiungere i costi per l’installazione e la manutenzione.
Anche GBC Technology Service utilizza questa tecnologia all’interno dei suoi magazzini per la gestione dei suoi servizi logistici.





1 commento
Voto medio: 115.0/5
Feeny Lai
2019-05-27 11:13:24
Our RFID industrial tags with long reading range can be applied in your tracking solution.
Contact me for samples and Much more information

OPPD6 Mini UHF on metal tags ,reading range at 85CM
OPP4215 High temperature UHF on metal tags support 280 ℃ for 50 minutes 250℃ for 150 minutes
OPP2626 PPS UHF metal tags support Fuel B, mineral oil, and so on in harsh environment
OPP130 UHF long distance tags with reading range at 30Meters

www.oppiot.com

logo

+39 06 69355642

+39 06 62202061

info@gbctech.it

comunicazione@gbctech.it

P.IVA 02518120593

Informativa Privacy

Torna ai contenuti | Torna al menu