Diffusione globale della banda larga: Prospettive per il 2015 - NEWS - GBC Technology Service

Vai ai contenuti

Menu principale:

Diffusione globale della banda larga: Prospettive per il 2015

Pubblicato da in News ·
Tags: BandaLargaRetiFisse


La nascita e la diffusione di un’infrastruttura di rete globale a supporto di uno spazio digitale (Il World Wide Web) ha creato il canale ideale per uno scambio massiccio e capillare delle informazioni, modificando di conseguenza anche il modo di vivere e di comunicare. In questo modo non si è solo favorita l’innovazione tecnologica ma sono anche migliorati i processi educativi a livello globale.

I dati sull’accesso alla rete mostrano che nel 2015 ancora 4,2 miliardi di persone non hanno accesso alla rete e sono in maggioranza gli abitanti dei paesi in via di sviluppo (nei quali solo il 30% della popolazione ha accesso alla rete) e sotto-sviluppati (solo il 10% ha accesso).

Quali sono gli ostacoli? Semplicemente i costi, che in molte parti del mondo sono ancora proibitivi per l’utente finale. Per esempio le persone che vivono con meno di 2$/gg, hanno un costo d’accesso che occupa oltre il 40% del loro reddito mensile.
Per cercare di eliminare queste disuguaglianze e ridurre il Digital Divide, nel 2013 è stata costituita la Alliance for Affordable Internet (A4AI).  Questa alleanza annovera tra i suoi membri aziende del calibro di Google, Microsoft e Facebook, agenzie governative di Stati Uniti e UK e numerosi enti filantropici.

La coalizione è nata grazie all’impegno della World Wide Web Foundation, organizzazione fondata e guidata da Tim Berners-Lee, il padre fondatore di Internet.
L’obiettivo dichiarato è raggiungere un costo di accesso alla banda larga per l’utente finale minore del 5% del suo reddito medio mensile, in questo modo sarà possibile concedere l’accesso a miliardi di persone.

“Our goal is to achieve the UN Broadband Commission target of entry-level broadband priced at less than 5% of monthly income, thereby enabling billions more people to come online.”

Per raggiungere questo e altri obiettivi sono stati creati numerosi programmi di partnership con paesi di Africa, Asia e America Latina, che coinvolgono organi statali, aziende private ed organizzazioni no-profit, che lavorano insieme per uno scopo comune.




Le previsioni 2015 dell’A4AI sull’accesso alla banda larga sono sintetizzate nei punti sotto:

  • Il dibattito sulla Net Neutrality si farà più acceso e si espanderà anche nei mercati emergenti. Recentemente anche il presidente Obama ha espresso la necessità di istituire un chiaro ordinamento a difesa di questo “sacro” principio. Si discuterà in particolare del ruolo degli Internet Service Providers (ISPs) e delle maggiore compagnie telefoniche nella gestione del traffico internet.
  • Maggiore diffusione dei servizi “Free of Charge” per l’accesso a internet, con lo scopo di attrarre nuovi clienti nei mercati emergenti (sebbene questo susciti negli analisti preoccupazioni sulla sostenibilità a lungo termine).
  • Maggiori investimenti statali, mirati ad aumentare la portata e abbassare i costi della banda larga a livello nazionale. In parallelo, verrà dedicata una maggiore attenzione all’analisi dei dati settoriali e al monitoraggio dei progressi fatti.
  • Maggiore disponibilità di smartphone low-cost nei paesi interessati, grazie anche ad una tassazione agevolata per i dispositivi mobili. Microsoft, ad esempio, per soddisfare questa domanda di mercato, ha recentemente annunciato il lancio del Nokia 215 ad un prezzo inferiore a 30$.
  • Sviluppo di numerose soluzioni tecnologiche innovative per “connettere gli scollegati”, attraverso la nascita di numerose start-up.
  • Diffusione delle normative che regolano privacy e diritti dei nuovi consumatori/attori della rete.





Nessun commento

logo

+39 06 69355642

+39 06 62202061

info@gbctech.it

comunicazione@gbctech.it

P.IVA 02518120593

Informativa Privacy

Torna ai contenuti | Torna al menu